Skip navigation

Domani, 21 luglio 2011, si sposano Chiara (mia figlia) e Davide.

All’essere umano non basta essere felice. Occorre che la felicità sia comunicata. Quando è detta e comunicata, la felicità diventa gioia.

Davide e Chiara, voi siete già felici in questo vostro amore caro e bello. Venendo qui a comunicare la vostra felicità, voi dite la gioia, voi siete la gioia.

Comunicando la vostra gioia a Dio, alla Trinità, voi rendete gioioso anche Dio, anche la Trinità. Grazie a voi, la gioia umana si incarna nel divino e rende bello Dio.

Comunicando la vostra gioia, alla Chiesa, voi date speranza e vita alla Chiesa; della Chiesa madre voi siete oggi i genitori; delle chiesa maestra voi siete oggi i maestri; della chiesa annunciante voi siete oggi l’annuncio; della chiesa sacramento voi siete oggi il sacramento; della chiesa martire voi siete oggi i testimoni; della chiesa redentrice voi siete oggi i redentori; della chiesa che parla voi siete oggi i confessori.

Comunicando la vostra gioia a noi che siamo qui presenti, voi ci chiamate alla responsabilità della felicità e della gioia, alla fiducia nell’amore, all’amore nella fiiducia; ci chiamate all’ottimismo che dà vita e alla vita che dà ottimismo; voi, che siete l’amore tra le due diversità uimane, ci chiamate all’ascolto tra le diversità, alla vita nasccente dalle diversità che si incontrano e si amano. Comunicando la vostra gioia a noi qui presenti davanti a Dio, ci fate simbolo e testimoni di Dio e responsabili della Sua Creazione; ci fate simbolo e testimoni di Gesù e responsabili della Sua incarnazione e risurrezione, di ogni umanità creata e di ogni destino di gioia; ci fate simbolo e testimoni dello Spirito e responsabili della Sua Pentecoste e delle Sua Consolazione. Comunicando la vostra gioia a noi qui presenti come Chiesa, ci fate simbolo e testimoni della Chiesa e responsabili della sua unità, della sua santità, della sua comunione di santità, della sua apostolicità, della sua natura di sacramento.

Comunicando la vostra gioia ai vostri genitori, voi ci dite che il nostro essere padre e madre ha senso nella vostra gioia, ha continuità nella vostra gioia, è sacerdozio di gioia e sacramento di gioia.

Comunicando la vostra gioia all’intera Creazione, voi la riempite di gioia, la benedite di gioia, le inorgoglite di continuità, la rendete sempre di più evento di incarnazione, evento di collaborazione tra Dio e l’umanità.

Ciao, Chiara e Davide, siete bellissimi e stupendi, perché uscite da Dio e perché, comunicandogli la vostra gioia riportate il Dio della gioia in mezzo a noi.

Grazie, Chiara e Davide, di questo vostro sacramento di gioia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: