Skip navigation

  • chi è uno “psicoterapeuta”?
  • ci sono coppie davvero felici?
  • come siete giunti a questo sito?
  • perchè chi fa o subisce incesto non chiede aiuto?
  • Annunci

    One Comment

    1. Credo proprio di si!
      Ci sono coppie veramente felici. E’ insito nella parola “essere coppia” se veramente lo è! Coppia per me vuol dire amare l’altro uguale volere il suo bene.
      La coppia felice ompilica necessariamente un “amore reciproco”. Se non c’è reciprocità è impossibile raggiungere la felicità di una coppia. Un amore unilaterale non è sufficiente, non è capace, non può raggiungere “da solo” la felicità. E’ solo un’illusione, una distorsione della realtà della coppia appunto.
      La reciprocità impilica necessariamente una condivisione nella vita comune e nei progetti comuni una comndivisione della visione della vita stessa, dei valori, degli affetti che necessariamente saranno alla base”condivisa” dell’educazione della prole. Insoomma di un TELOS (fine) comune a cui la coppia nella sua unione, che non impica necessariamente annullamento della propria personalità, ma che proprio nella “diversità” maschio/femmina, ne cerca il completamento, appunto reciprooco, in vista di un fine comune:la felicità. Un fine che è esterno/interno alla coppia stessa se amare l’altro non significa possederlo ma “volere il bene dell’altro”. Dunque la felicità esclude necessariamente l’amore di sé, l’egoismo, l’egocentrismo, il narcisismo, la soddisfazione de sè indipendentemente dall’altro.
      “Beati i poveri di spirito perché essi vedranno Dio”….Dunque per essere felici bisogna essere umili servi di questa grande possibilità che la vita ci offre:”L’AMORE”. E…in ultima e prima analisi Dio è AMORE e…MISERICORDIA.
      Tutto ciò impicaad una analisi solo intuitiva che la comprensione dell’altro nella relazione fra uomo donna diventa il presupposto indispensabile per essere felici. Ma non solo. Se non si condividono gli stessi valori, prima o poi si incorre nel rischio di perdere la propira identità a favore dell’altro (Identificazione) o nel “Rifiuto” assoluto di questa possibilità. Allora è la fine. La fine di ogni possibilità di essere felicici è proprio nel rischio di confondere nell’essere coppia il “NOI” in un tutto indistinto che non rispetta l’altro nella sua diversità/identità!
      Marina


    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: