Salta la navigazione

Là dove io combattevo i confini,
tu eri e sei e sarai già con me,
tu, la donna che non ama i confini e vede gli infiniti.

 

Là dove io mi cerco,
tu eri e sei e sarai,
perché fin dal midollo dell’eternità
tu sei il mio nome.

E là dove io mi trovo,
tu sei e sei e sei,
e in te risuona la mia voce
e le angosce sono sogni
e gli abissi splendide caverne dalle magiche stalattiti
e le vette piccoli occhi che cinguettano azzurro.

Tu eri e sei e sarai la mia identità,
tu, la vivente,
tu, l’utopia carezzante,
tu, la gioia di ogni adesso,
tu, quando l’attimo riattinge i cieli.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: