Skip navigation

INDICE

 

Prefazione                                                                            

 

La tenerezza dell’eros

Gesti d’accudimento e gesti d’amore                                                 

 

Capitolo Primo                                                                                               

 

Il bacio

 

1.1.1. – Perché baciarsi è bello

    1.1.1.1. Il nostro bacio si chiama labiale – 1.1.1.2. Ci si baci senza neppure sapere perché – 1.1.1.3 Non è la sensazione del piacere a dare significato al bacio – 1.1.1.4 Un episodio significativo

 

1.1.2. – Bacio e svezzamento

1.1.2.1. Bellezza e significato del gesto d’amore – 1.1.2.2. Alla scoperta del profondo significato del bacio: il gesto dello svezzamento – 1.1.2.3 – Sapere giocare con il bambino è importante – 1.1.2.4. – Possibilità di simmetria nella relazione tra la madre e il bambino

 

1.1.3. – Il bacio svelato

1.1.3.1. In atto c’è una profonda azione culturale – 1.1.3.2. Prima modalità d’assunzione del gesto d’accudimento – 1.1.3.3. Seconda modalità d’assunzione del gesto d’accudimento – 1.1.3.4. Si svela il significato del bacio

 

1.1.4. – Nel gesto del bacio labiale è presente la possibilità della perdita e la difesa da essa

1.1.4.1. Cibo nuovo e perdita del seno – 1.1.4.2. L’idealizzazione della maternità rende difficile la comprensione – 1.1.4.3. Altre considerazioni sull’allattamento al seno – 1.1.4.4. È presente la possibilità della perdita – 1.1.4.5. La perdita chiede piacere – 1.1.4.6. Nasce la convivialità

 

1.1.5. – Bacio come consolazione e compensazione di una perdita e come presenza di un lutto

1.1.5.1. Cibo nuovo e angoscia – 1.1.5.2. Lutto e perdita nel bacio – 1.1.5.3. – Il bacio tra pudore e vergogna 

 

1.1.6. – Il bacio olfattivo

1.1.6.1. Non c’è solo il bacio labiale – 1.1.6.2. Significato del bacio olfattivo – 1.1.6.3. Anche nel gesto del bacio olfattivo è presente la possibilità della perdita e la difesa da essa

 

1.1.7. – Conclusione

1.1.7.1 Qualche ultima considerazione sul bacio

 

1.1.8. – Appendici

1.1.8.1 Appendice Prima: Il bacio può diventare dinamica di tradimento … – 1.1.8.2. Appendice Seconda: La parola “anima”

 

Capitolo Secondo                                                                                

 

La gravidanza o gestazione

 

1.2.1.           Gravidanza come gesto d’accudimento. La “marea amniotica”

    1.2.1.1. Anche la gravidanza è gesto d’accudimento – 1.2.1.2. La “marea amniotica” – 1.2.1.3. Respiro e gestazione. La prima mamma – 1.2.1.4. Il clandestino dell’esistere e della speranza.  L’altra mamma

 

1.2.2. – Gravidanza e gesto d’amore

1.2.2.1. Gravidanza e gesti della comunicazione d’amore. Gli amanti gravidi – 1.2.2.2. Ancora sul rapporto tra gravidanza e gesti d’amore

 

1.2.3.           La gravidanza vista in ottica maschile: il desiderio e la sofferenza del ritorno

1.2.3.1 La sofferenza del ritorno – 1.2.3.2. Pisello e identificazione di sé

 

1.2.4.           La gravidanza come convergenza delle modalità maschile e femminile di fare l’amore

1.2.4.1 Fare l’amore come conquista della madre: o entrando in lei o identificandosi con lei – 1.2.4.2. Fare l’amore e rapporto con la madre: nel caso del maschio – 1.2.4.3. Fare l’amore e rapporto con la madre: nel caso della femmina

 

1.2.5.           La gravidanza vista in ottica femminile: restituire e dare corpo

1.2.5.1 La femmina transitiva e concava è donna di gravidanza – 1.2.5.2. La gravidanza come evento di restituzione – 1.2.5.3. Le gravidanze «extrauterine» . Accenno alla mamma di Cogne – 1.2.5.4. La figlia “sfrattata” . Accenno a Erica di Novi Ligure – 1.2.5.5.- Gravidanze è “dare corpo” all’emozione e all’esplosione maschili

 

1.2.6.           La gravidanza vista in ottica femminile: ricevere in sé lo straniero misterioso e sacro e ospitarlo tenendolo in sé

1.2.6.1 Il fascino e la sacralità dello straniero – 1.2.6.2. Elevazione dello straniero a figura per antonomasia dell’alterità maschile, che la femmina tiene in sé con la gravidanza – 1.2.6.3. Altri aspetti innamoranti dello straniero – 1.2.6.4. Conclusioni. Il figlio misterioso dello straniero

 

1.2.7.           Appendici

1.2.7.1 Appendice Prima: Note sul rapporto figlia-madre: potersi identificare con la madre o doverla rincorrere – 1.2.7.2. Appendice Seconda: Storia di Rita, madre di Giada – 1.2.7.3. Appendice Terza: A modo loro straniero sono anche l’ “estraneo”, lo “strano” e lo “straordinario” – 1. 2.7.4. Appendice quarta: Dare il figlio al padre – 1.2.7.5. Appendice quinta: I figli capiscono di più

  

 

Capitolo Terzo                                                                                                  

 

Il concepimento

(quando amarsi è accudirsi nella nudità del corpo-anima)

 

Prima Parte in ottica più filosofica

 

1.3.1.           Il concepimento tra gesto d’amore e accudimento

1.3.1.1 Pensare il concepimento come dinamica relazionale – 1.3.1.2. A concepire è la coppia, il tra che la costituisce – 1.3.1.3. Nel concepimento la coppia accudisce sé stessa

 

1.3.2.           Amarsi come estremo cum-capere di due nudità

1.3.2.1 Il corpo anima, l’anima corpo. Il “corpo-anima” – 1.3.2.2. Il concepimento è gesto d’amore totalmente transitivo e totalmente intransitivo. Solo l’intuizione dice il concepimento – 1.3.2.3. Amarsi è l’estremo reciproco accudirsi nella nudità mai guardata e mai amata del Sé 

 

 

1.3.3.       “Io sono il concepimento”

1.3.3.1 Nudità come ricerca inappagata – 1.3.3.2. L’incontro delle due nudità del corpo-anima – 1.3.3.3. “Je suis l’immaculée conception”

 

Seconda Parte in ottica più psicoterapeutica

 

1.3.4.           Vivere e pensare la nudità in modo nuovo

1.3.4.1 La nudità del corpo-anima è piacere senza vergogna – 1.3.4.2. La nudità del corpo-anima è gesto originario e radicale – 1.3.4.3. La nudità del corpo-anima ribalta gli schemi culturali – 1.3.4.4. Abituarsi a pensare e vivere la nudità in modo nuovo – 1.3.4.5. La nudità è prima di ogni stato e di ogni cultura – 1.3.4.6. La nudità nella morte

 

1.3.5.           Nudità del corpo-anima maschile e del corpo-anima femminile

1.3.5.1 “Altro” e “uguale” – 1.3.5.2. La nudità del corpo-anima in ottica maschile e femminile – 1.3.5.3. L’accesso maschile alla nudità del corpo-anima e al concepimento – 1.3.5.4. L’accesso femminile alla nudità del corpo-anima e al concepimento – 1.3.5.5. “Figlia mia, tanto tu queste cose le sai”

 

 

Capitolo Quarto                                                                                   

 

Dal parto al coito

 

Prima Parte

Il parto come gesto d’accudimento tra madre e bambino

 

1.4.1. Il parto è un gesto d’accudimento

1.4.1.1. Il dato culturale: la madre sente il dolore e non sente il bambino – 1.4.1.2. Il parto come gesto d’accudimento. La vagina tempo e luogo del primo abbraccio – 1.4.1.3. E se il parto fosse piacere? – 1.4.1.4. Il parto è apertura al mondo e dà l’imprinting a tutto il relazionarsi successivo – 1.4.1.5. Il gesto d’amore del coito rinvia al gesto d’accudimento del parto. La coscienza simbolica coglie il coito in tutta la sua densità di gesto d’amore – 1.4.1.6. Il coito dissacrato e sprecato

 

 

Seconda Parte

Il parto come gesto d’amore tra i due amanti

 

1.4.2. Il parto è un gesto d’amore

1.4.2.1. Il parto non è soltanto un gesto d’accudimento. È anche un gesto d’amore – 1.4.2.2. Prima affermazione forte: Nello sperma e nell’ovulo del concepimento c’è la presenza del Sé più profondo e mai accudito – 1.4.2.3. Seconda affermazione forte: Il seme dell’uomo o della donna è il Sé profondissimo che sta al di qua di ogni accudimento materno – 1.4.2.4. Terza affermazione forte: L’emergenza del Sé profondo e mai accudito è diversa nel maschio e nella femmina – 1.4.2.5. Quarta affermazione forte: Il Sé profondo e mai accudito apre alla possibilità dell’innamoramento. Trascendenza dell’inesauribile e storicità dell’unico – 1.4.2.6. Quinta affermazione forte: La gravidanza continua e compie il coito – 1.4.2.7. Sesta affermazione forte: Il parto è la continuazione e il pieno compiersi del coito e della gravidanza – 1.4.2.8. Settima affermazione forte: Coito, gravidanza e parto sono un unico continuum relazionale – 1.4.2.9. Ottava affermazione forte: Il parto è a un tempo gesto d’accudimento e gesto d’amore dei due amanti – 1.4.2.10. Anche del parto inteso come gesto d’amore il coito può essere la ripresa e il simbolo – 1.4.2.11. Il coito gesto d’amore sia di primo che di secondo livello

 

 

Terza Parte

Appendici sul parto

 

1.4.3. Appendici

1.4.3.1. Appendice Prima: Che cosa mi insegnano le madri degli psicotici gravi – 1.4.3.2. Appendice Seconda: Il mio parto.

  

 

Capitolo Quinto                                                                                   

 

Dal fasciatoio al letto d’amore:

ecco il fasciatoio

 

1.5.1.           Il fasciatoio scenario drammatico e “critico”

1.5.1.1. Il fasciatoio è luogo e tempo “critici” dell’accudimento – 1.5.1.2. Il fasciatoio come interazione vis à vis di due attori in-dividui – 1.5.1.3. La possibilità del gioco e del riso

 

1.5.2.           Il dramma

1.5.2.1. Il fasciatoio e l’angoscia – 1.5.2.2. La cacca e la pelle – 1.5.2.3. Carezza e abbraccio. Suoni e respiro – 1.5.2.4. La magica distanza dello sguardo

 

1.5.3.           Epilogo

1.5.3.1. Un gioco relazionale davvero complesso – 1.5.3.2. E quando l’esperienza del fasciatoio finisce?

 

1.5.4.           Quando il dramma non ha un lieto fine

1.5.4.1. La madre paradossalmente perfetta e la madre troppo inadeguata – 1.5.4.2. Note sull’intervento psicoterapeutico

 

1.5.5.           Appendici

1.5.5.1. Appendice prima: Il fasciatoio è oggi l’evento teatrale forse più significativo

  

 

Capitolo Sesto                                                                                   

 

Dal fasciatoio al letto d’amore:

il letto d’amore

 

1.6.1. – Il dramma del secondo fasciatoio

1.6.1.1. Il letto d’amore rinvia al fasciatoio. La grande “cacca” dell’esistere – 1.6.1.2. Amore “forte come la morte” – 1.6.1.3. Una sofferenza più forte della morte – 1.6.1.4. La ristrutturazione strutturante

 

1.6.2.           Letto d’amore e fasciatoio

1.6.2.1. Le “cacche” dell’esistenza – 1.6.2.2. Come pulirsi dalle “cacche” dell’esistenza? – 1.6.2.3. Intermezzo: il racconto della prima grande notte – 1.6.2.4. Il letto d’amore è dramma d’accudimento nella piena reciprocità dell’affidarsi – 1.6.2.5. Il letto d’amore è setting formidabile

 

1.6.3.           L’angoscia della madre perduta in ottica maschile

1.6.3.1. Lasciare e perdere la madre come condizione di conoscenza – 1.6.3.2. “Ritrovare” la madre nella modalità maschile. Incontrare “questa” donna – 1.6.3.3. La paura della donna. Il branco. Il dato antropologico

 

1.6.4.           L’angoscia della madre perduta in ottica femminile

1.6.4.1. Identificarsi con il corpo della madre – 1.6.4.2. Quando erotica è la riproposizione del gioco relazionale d’accudimento – 1.6.4.3. Oltre la madre:: incontrare lo “straniero”

 

1.6.5.           Epilogo

1.6.5.1. Considerazioni finali

 

1.6.6.           Appendici

1.6.6.1. Appendice Prima: Ritorno a casa e letto d’amore – 1.6.6.2. Appendice seconda: Enrico accede alla dimensione del simbolico – 1.6.6.3. Appendice Terza: Erotizzazione del processo evolutivo e identificativo del travestitismo e del transessualismo maschili – 1.6.6.4. Appendice Quarta: Il gioco della bambola – 1.6.6.5. Appendice Quinta: Come i modelli culturali e sociali e gli interventi statali possono aiutare lo svincolo del figlio e quindi la ricerca d’amore – 1.6.6.6. Appendice Sesta: Il distacco dall’amica del cuore in una poesia di Saffo

  

 

Capitolo Settimo                                                                                 

 

Lo sguardo di stupore

 

1.7.1.           Lo sguardo di stupore è gesto d’amore

1.7.1.1. Lo sguardo di stupore è un gesto d’amore che è prima ancora che l’amore sia – 1.7.1.2. Lo sguardo di stupore è un gesto d’amore che si radica in un gesto di accudimento – 1.7.1.3. Lo sguardo di stupore al maschile e al femminile – 1.7.1.4. C’è qualcosa di profondamente originario nello sguardo di stupore dei due amanti, qualcosa di metafisico, di metastorico – 1.7.1.5. Nello stupore dei due amanti parla lo stupore della vita stessa e dell’essere – 1.7.1.6. Lo sguardo di  stupore e la mano  

 

1.7.2.           Dove e come si parla dello sguardo di stupore

1.7.2.1. Anche Adamo si stupì d’amore di fronte ad Eva, quando, appena creata, gli venne portata da Dio stesso. Il Cantico dei Cantici – 1.7.2.2. Dalla Vita Nova lo sguardo di stupore in Dante – 1.7.2.3. Oggi si parla poco dello sguardo di stupore. A proposito di Alberoni – 1.7.2.4. Grazie al gesto d’amore dello sguardo di stupore, ci si può in-amorare continuamente – 1.7.2.5. Lo sguardo di stupore unisce per sempre i due amanti in un in-amorare intrascendibile – 1.7.2.6. Ripresa di Genesi, 2: il canto di stupore di Adamo all’apparire di Eva – 1.7.2.7. E qui si torna ad ascoltare Dante – 1.7.2.8. E riprendiamo di nuovo il racconto biblico  

 

1.7.3.           Conseguenze nel rapporto con le famiglie d’origine, con i figli e nella vita di coppia

1.7.3.1. Coppia e famiglia d’origine – 1.7.3.2. E questo dal punto di vista di un figlio che significa? – 1.7.3.3. E questo dal punto di vista della coppia che significa? – 1.7.3.4. Solo se si è il mondo, si può generare – 1.7.3.5. – La logica dell’occidente e la possibilità della speranza

 

 

Finale                                                                                                                                     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

One Trackback/Pingback

  1. By La tenerezza dell’eros « Gigi Cortesi on 09 Mar 2009 at 2:25 pm

    […] Vedi Indice de La Tenerezza dell’eros […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: