Skip navigation

Si cercano miracoli. Si implora per ottenerli. Si usano come “prove” per le santificazioni. E poi ci si dimentica che già li viviamo e che già li siamo. Basta guardare le stupende stalattiti e stalagmiti delle nostre interiorità e delle nostre complessità, i cieli delle nostre giornate, gli occhi dei nostri incontri. Stamattina un bacio di Rosi valeva mille Lourdes.

E poi chi l’ha detto che sia un miracolo guarire da qualche malattia? Prima di lamentarcene e di chiederne la miracolosa guarigione, perché non proviamo a viverla come il sentiero prodigioso che può donare noi a noi stessi, agli altri, al mondo, a Dio? Anche quella che noi chiamiamo malattia, può essere un miracolo da vivere e da donare, magari proprio a Dio. Vivere è essere l’arte del miracolo, la presenza del suo stupore. La morte stessa può essere vissuta come il grande miracolo della presenza e dell’incontro.

Dio non ha bisogno di santuari o di santi più o meno patentati per creare il miracolo. Nè ne abbiamo bisogno noi per essere miracolo.

Annunci

4 Comments

  1. Caro Gigetto, mi auguro di avere sempre occhi nuovi e pieni di meraviglia e di stupore per contemplare e gioire di “miracoli” che avvengo nei gesti più semplici e più veri del nostro quotidiano, come “racconti” tu. E poi,il tempio, o meglio il santuario, più bello e stupendo siamo ciascuno di noi fatti “a Sua immagine e somiglianza”, non ti pare? Grazie a te e a Rosi, rita

    • Tu, Rita, sei uno dei più bei miracoli viventi che abbia incontrato. Mi hai insegnato a vivere.

  2. Visto Dottore che non ho esagerato?
    Da un “povero cristo” le parole di verità eterna dell’ “Unico Cristo”, per tutti noi, che abbiamo bisogno di saperci e riconoscerci “poveri cristi”.
    Il bisogno che qualcuno (Lei e chi vede chiaro come Lei) ci riconduca proprio lì, ai minimi/massimi termini… della nostra essenza.
    Di miracolo in miracolo…cercato o no, voluto o no, visto o no, accolto o no… semplicemente, divinamente, costantemente “donato, presente e gratuito”.

  3. La nostra vita non è un enigma minore dei fatti cosiddetti straordinari chiamati miracoli.
    Miracolo è la stessa vita: pochi elementi chimici così organizzati da generare la vita e poi la relazione e il pensiero che trascende la materia.
    ……” Chi giuoca con un bimbo, giuoca con ciò che è/
    prossimo e misterioso;/
    io volli giocare con i Miei figli./
    stetti tra loro con stupore e tenerezza./
    Per opera di un incantesimo/
    nacqui stranamente da un ventre.”
    ……… J.L.B.

    Ecco il miracolo! Anche noi siamo nati ” stranamente” da un ventre, direi, con le debite differenze, al pari di Cristo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: