Skip navigation

Roberto è un mio antico amico di Romano di Lombardia, il mio paese d’infanzia, ricco di nebbie, calure e grandi utopie di vita. Lui e sua sorella Rita rappresentano il mitico il mondo della mia fanciullezza. Sono due care e belle persone. Rita è stata per me sorella e modello di vita. Solo ora scopro che Roberto costruisce presepi, ogni anno di materiali diversi. Quest’anno ne ha inventato uno fatto di cera e piastrelle di ceramica. Ve lo propongo. Parla di fanciullezza ritrovata, proprio come fa il Natale con tutta l’umanità.

Annunci

6 Comments

  1. Condivido pienamente quanto scritto da Sabri e insieme ai complimenti per il suo impegno faccio a lei e a tutti quanti si adoperano sinceramente per gli altri l’augurio che in fondo al cuore trovi sempre spazio la speranza e la felicità illumini sempre i loro occhi (o almeno per quanto possibile..)

  2. Ciao,Natale non è una festa che abbia mai amatoparticolarmente..ma cè stata una breve bstagione della vita in cui l ho trovata una festività serena..quando lele era piccolo piccolo,le sue recite di Natale all asilo..e nel breve lasso di tempo che sono stata innamorata e(per fortuna)illusa d’esser ricambiate,2 natali su 40 anni!!bella media:-)..quando si è infelici il natale è feroce..è crudele..io l ho esorcizzato facendo la volontaria alla mensa di S.Egidio e il 31 sarò sotto la sede dell Ispra dove da più di un mese i precari ricercatori di cui mi onoro della amicizia e la stima protestano al freddo e all adiaccio..il cuore della ricerca Italiana costretti a mendicare un contrattaccio e il proseguo del loro importante lavoro..se fossero sovvenzionati come un quarto di polpaccio di Ronaldinjo forse sto disgraziato paese avrebbe una speranza di futuro,cmque luoghi per le festività dove perlomeno vedi l essenzialità della realtà e le persone in difficoltà..non degli idioti nche se ne vanno in giro a fare shopping lussuoso sulla pelle e le spalle dei poveracci..pusillanimi esseri inutili..dice dio di amare il prossimo tuo,ma io Gigi quel prossimo non lo amo e lo considero la foce e la fonte di tutta la melma umana, che ride ride ..ma che minchia cè da ridere..boh!!!Un augurio di sereno anno nuovo.Sabri.
    ps:finito leggere tuo libro (Noi e la tivù) …bravissimo..sembra appena scritto..

    • Ciao, Sabri. Sei davvero una formidabile formichina dell’amore. Quante belle cose fai! Salutami i ricercatori di Ispra. Uno dei miei zii fu tra i primissimi a lavorare a Ispra per alcuini ann. Soffrì poi per il resto della vita di una strana maattia ai nervi e alle ossa. Anche a te, a Lele e a tutte le persone che conosci e ami, ricambio con gioia gli auguri.

  3. Complimenti a Roberto per la sua abilità e sensibilità.
    Quando lavoravo a Milano visitavo ogni anno una mostra di presepi allestiti sotto una tenda a fianco del Duomo.
    Anche a Casalmorano da alcuni anni una decina di persone sono impegnate quasi tutto l’anno a programmare l’allestimento di una mostra di presepi anche di pregevole fattura e originalità.

  4. Grazie Gigi… non merito tutti questi complimenti.
    Sono commosso e lusingato di essere citato nel tuo importante ed autorevole sito… mi sembra di essere diventato, di colpo, famoso!

    • Grazie a te, Roberto, per la tua amicizia di più di mezzo secolo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: