Salta la navigazione

Chi vuole vedere un video eccezionale, bellissimo, unico, vada al mio articolo chi è diverso conosce almeno due lingue, dove in allegato al commento di Antigone c’è il video che vi consiglio. Chi voglia poi vederlo direttamente su YouTube, basta che clicchi http://www.youtube.com/watch?v=LnLVRQCjh8c&feature=related.

Sono un appassionato di balletto classico. Di rado ho visto tanta bravura e tanta capacità di emozionare lo spettatore, in senso assoluto, indipendentemente dal fatto che lei sia senza un braccio e lui senza una gamba. Anzi, è proprio il limite fisico dei due ballerini quello che apre l’esecuzione a significati nuovi, più ampi, a quella seconda lingua che arricchisce la lingua della “normalità”, la sprovincializza rendendola più autentica e aperta. Questo pas de deux dice l’essenza della coppia e dell’amore in modo nuovissimo, dove il limite dei due diventa la risorsa della coppia, la possibilità stessa della interazione e dell’affidarsi, la presenza di significati e intuizioni-soluzioni formidabili per l’essere coppia, per l’essere di ogni coppia. Dice come non mai del maschile e del femminile, della sessualità e dell’amore. E c’è ancora chi vorrebbe vietare la sessualità e l’amore a chi è diverso e/o handicappato! Quale innamorato  può essere tanto in gamba? A quale donna si può chiedere la mano, per sposarla in modo tanto assoluto?

La bravura di due ballerini “normali” può rischiare di apparire idealizzazione, astrazione disincarnate. La bravura di questi due ballerini, pure essendo enorme, non corre questo rischio; non impoverisce l’arte, ma la carica di valenze simboliche del tutto nuove e profonde, immuni da ogni rischio di manierismo.

Non solo, dunque, chi è diverso conosce almeno due lingue. Si può anche dire che chi è diverso insegna la seconda lingua a tutti coloro che amano impararla, arricchendosi di dimensione sempre più nuove e profonde.

3 Comments

  1. “Non ci sono diversamente abili. Ci sono solo diversamente sensibili”.
    “Ho una figlia down, mia madre è cieca. Sono esperienze che hanno allargato molto i miei orizzonti”.
    Sono espressioni del cantautore Finardi. Egli terrà a Roma il 6 Dic. prossimo, al Parco della Musica, il primo concerto in Italia per sordi, e udenti naturalmente.
    Egli continua dicendo” Per i sordi la musica è importante, è ancora l’arte dell’assoluto. Le leggi della musica sono le stesse che regolano l’universo, per questo la musica ci commuove.
    Dal punto di vista tecnico i sordi percepiranno le vibrazioni attraverso un timpamo artificiale, un palloncino, che terranno fra le mani. Le frequenze sonore verranno catturate attraverso le dita.”
    “L’incasso servirà per aiutare la scuola d’arte per sordociechi”

  2. Ho visto l’emozionante balletto e ho partecipato alla traboccante emozione dell’intera platea che stava assistendo allo straordinario spettacolo.
    Pur ignaro delle tecniche del balletto artistico, posso dire di essere stato coinvolto dall’arte dei due ballerini, che nella loro leggiadria sembrano senza “peso”, come esseri puramente spirituali.
    In ” La tenerezza dell’eros”, per altri versi, si analizza con rigore scientifico il significato dell”essere coppia” , coppia da cui promana quel “valore aggiunto” che qui i due artisti hanno saputo raggiungere e poi comunicare agli spettatori.
    Si tratta di energia spirituale che, forse, la diversità dei protagonisti ha esaltato e maggiormente valorizzato.

  3. Trovo il video di ballerino con stampella quasi offensivo, nel senso della banalizzazione , catalogazione, spettacolarizzazione dell’handicap, uno sfruttamento come i lavavetri storpi ai semafori , finalizzati alla carità pelosa e ad una superficiale reazione estemporanea che non inciderà sulla percezione della diversità.
    Meravigliosi, artistici e quindi profondi sono invece i video di Matteo Basilè ” Per grazia ricevuta” e “ribelle imminente”
    ( http://www.matteobasile.com , cliccare “MyProjects” e da lì “SpecialProjects”)oltre alle sue foto di Vecchie Papesse Incinte ( opere 2007 : Giovanna anno853- Noah is not here- Apparition 1)


One Trackback/Pingback

  1. […] al commento del 24/09/2009 di Laura al mio post “Un ballerino molto in gamba e una ballerina molto alla mano: il fascino […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: